RISORSE PUBBLICHE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALTRI FONDI E CONTRIBUTI PUBBLICI



Riparto del fondo speciale per l’eliminazione ed il superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati

Il 14 maggio 2018 è stato pubblicato il Decreto interministeriale numero 67 del 27/02/2018, inerente il riparto del fondo speciale per l’eliminazione ed il superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati, che andrà in vigore fra 29 maggio 2018.

Inoltre è stato pubblicato il parere dell’Avvocatura Generale dello Stato, protocollo 125555 del 10.09.2015, inerente alla eventuale spettanza agli eredi o al tutore che abbiano sostenuto le spese, del contributo economico per la realizzazione di opere finalizzate all’eliminazione delle barriere architettoniche nel caso in cui si verifichi il decesso del portatore di handicap.

Dopo quindici anni di finanziamento zero, è stato ora rifinanziato il fondo per l’abbattimento delle barriere architettonico, previsto dalla legge 13 del 9 gennaio 1989, contenente “Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati”. Tale rifinanziamento, voluto dal Governo, è stato inserito nel Fondo Investimenti della Legge di Bilancio 2017.

Come sancito nella Conferenza Unificata del 15 febbraio scorso, il fondo ricostituito conterà su 180 milioni di euro per i prossimi 4 anni, ripartito alle singole regioni italiane, le quali ripartiranno a loro volta i finanziamenti ricevuti ai Comuni richiedenti per contribuire alle spese dei privati cittadini. Al Piemonte assegnati €. 25.723.719,99.

Scarica Il decreto n. 67
la pagina di approfondimento
 
Fondo per i minori che compiono la maggiore età con provvedimento giudiziario

L'articolo 1, comma 250 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205, ha stabilito che: "Al fine di prevenire condizioni di poverta' ed esclusione sociale di coloro che, al compimento della maggiore eta', vivano fuori dalla famiglia di origine sulla base di un provvedimento dell'autorita' giudiziaria, nell'ambito della quota del Fondo per la lotta alla poverta' e all'esclusione sociale, di cui all'articolo 7, comma 2, del decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, é riservato, in via sperimentale, un ammontare di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018, 2019 e 2020, per interventi, da effettuare anche in un numero limitato di ambiti territoriali, volti a permettere di completare il percorso di crescita verso l'autonomia garantendo la continuita' dell'assistenza nei confronti degli interessati, sino al compimento del ventunesimo anno d'età".

Scarica Legge 27 dicembre 2017, n. 205
 
Fondo per i Care Giver

L'articolo 1, comma 254 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205, ha stabilito che: "E' istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali il Fondo per il sostegno del ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare, con una dotazione iniziale di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018, 2019 e 2020. Il Fondo e' destinato alla copertura finanziaria di interventi legislativi finalizzati al riconoscimento del valore sociale ed economico dell'attivita' di cura non professionale del caregiver familiare, come definito al comma 255".

Si definisce caregiver familiare la persona che assiste e si prende cura del coniuge, dell'altra parte dell'unione civile tra persone dello stesso sesso o del convivente di fatto ai sensi della legge 20 maggio 2016, n. 76, di un familiare o di un affine entro il secondo grado, ovvero, nei soli casi indicati dall'articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, di un familiare entro il terzo grado che, a causa di malattia, infermità o disabilità, anche croniche o degenerative, non sia autosufficiente e in grado di prendersi cura di sè, sia riconosciuto invalido in quanto bisognoso di assistenza globale e continua di lunga durata ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, o sia titolare di indennita' di accompagnamento ai sensi della legge 11 febbraio 1980, n. 18

Scarica Legge 27 dicembre 2017, n. 205
 
Fondo per orfani di crimini domestici

L'articolo 1, comma 279 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205, ha stabilito che: "La dotazione del Fondo di cui all'articolo 2, comma 6-sexies, del decreto-legge 29 dicembre 2010, n. 225, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2011, n. 10, come modificato ai sensi dell'articolo 14 della legge 7 luglio 2016, n. 122, é incrementata di ulteriori 2,5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018, 2019 e 2020. Tale somma e' destinata all'erogazione di borse di studio, spese mediche e assistenziali in favore degli orfani per crimini domestici e degli orfani di madre a seguito del delitto di cui all'articolo 576, primo comma, numero 5.1), ovvero per omicidio a seguito dei delitti di cui agli articoli 609-bis e 609-octies del codice penale, nonche' al finanziamento di iniziative di orientamento, di formazione e di sostegno per l'inserimento dei medesimi nell'attivita' lavorativa. Almeno il 70 per cento di tale somma e' destinato agli interventi in favore dei minori; la quota restante é destinata, ove ne ricorrano i presupposti, agli interventi in favore dei soggetti maggiorenni economicamente non autosufficienti".

Scarica Legge 27 dicembre 2017, n. 205
 
Determinazione Dirigenziale 20 ottobre 2017, n. 998

Innovazione sociale: aperto il primo bando della strategia regionale Wecare (scadenza 20 dicembre 2017)

D.D. 20 ottobre 2017, n. 998

sul supplemento ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 44 del 3 novembre 2017 è stata pubblicata la D.D. 20 ottobre 2017, n. 998 "D.G.R. n. 22-5076 del 22 maggio 2017. Accertamento della somma di euro 5.540.000,00 e prenotazione della somma di euro 6.400.000,00 sul bilancio di previsione 2017/2019, anni 2018/2019. Approvazione della modulistica relativa all'Azione II.9.v.9.1.01: "Sperimentazione di azioni innovative di welfare territoriale".

 
Determinazione Dirigenziale 5 novembre 2014, n. 238

D.D. 5 novembre 2014, n. 238

sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 2 del 15 gennaio 2015 è stata pubblicata la Determinazione Dirigenziale 5 novembre 2014, n. 238: "D.G.R. n. 5-7035 del 27.01.2014 "Criteri di finanziamento delle prestazioni domiciliari in lungoassistenza". Erogazione di complessivi euro 7.173.705,89 (cap. n. 152840/2014)".

 
Determinazione Dirigenziale 20 novembre 2014, n. 244

D.D. 20 novembre 2014, n. 244

sul Supplemento Ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 48 del 27 novembre 2014 è stata pubblicata la Determinazione Dirigenziale 20 novembre 2014, n. 244: "L. 119/2013 e L.R. 16/2009: approvazione del bando per l'accesso ai finanziamenti per i Centri Antiviolenza e le Case Rifugio e della relativa modulistica, in attuazione della D.G.R. n. 18-585 del 18.11.2014. Impegno di spesa di euro 997.338,16 (capitoli vari).

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  Succ. 
  •  Fine 


Pagina 1 di 4
free pokerfree poker
Sito realizzato da Gianni Zillante by JOOMLA

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento: privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information